Il fondo ForestaMi. Obietivo: 3 milioni di alberi entro il 2030

18

Il progetto ForestaMi, intrapreso dal Politecnico di Milano e finanziato da Fondazione Falk con il supporto del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane ha individuato le aree della Città Metropolitana dove aprire spazi alla forestazione, indagando in particolare le aree maggiormente colpite dagli effetti del cambiamento climatico e andando a mitigare l’effetto isola di calore o riducendo i rischi da alluvioni attraverso nuovi servizi ecosistemici di resilienza.

Già nel 2018, nell’ambito di ForestaMi, sono stati piantati 85.000 alberi dai Comuni di Città Metropolitana che diventeranno 200.000 grazie al lavoro svolto con i parchi, le associazioni, gli enti territoriali e l’aiuto dei cittadini. Zone umide, forestazioni di fontanili, compensazioni ambientali e depavimentazione di parcheggi  sono alcuni tra gli interventi realizzati, che attivamente lavorano per migliorare la qualità del paesaggio e dell’aria in Città Metropolitana.

Attraverso il progetto è nato il Fondo ForestaMi, con l’obiettivo di piantare in tutta Milano e nell’area metropolitana un totale di 3 milioni di nuovi alberi entro il 2030.

Il Fondo nasce su iniziativa di Comune e Città Metropolitana di Milano e Regione Lombardia, sarà costituito presso Fondazione di Comunità Milano Onlus e si occuperà di raccogliere contributi di aziende e cittadini che vogliano partecipare al grande piano di forestazione urbana del progetto ForestaMi. Tra le prime imprese che hanno sostenuto l’ideazione e l’avvio del progetto figurano Enel e Snam, attraverso la controllata TEP Energy Solution e Fondazione Snam.